sabato 25 giugno 2016

SISTEMA IMPRESA

01-12-2010

Nuova normativa per orari e modalità distribuzione alcoolici

Esercenti inosservanti rischiano da 300 a 20.000 euro di multa




Ancora stretto giro di vite per chi vende bevande alcoliche. Il nuovo codice prevede: il divieto di vendita e somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche nei locali notturni dalla ore 3.00 alle ore 6.00; il divieto di vendita e somministrazione nei locali “di vicinato” dalle ore 24.00 alle ore 6.00; possibilità di vendere alcolici negli "happy hours” dalle ore 17.00 alle ore 20.00; obbligo di porre un apparecchio per la rilevazione volontaria del tasso alcolemico e relative tabelle illustrative dei danni che fa l'alcol all’uscita dei locali notturni. In particolare, in relazione all’obbligo di porre l’apparecchio per la rilevazione fuori dai locali la norma è valida per tutti i locali- compresi bar, alberghi, ristoranti- che proseguono l'attività dopo le ore 24.00. La sanzione pecuniaria in caso di inosservanza varia da 300 a 1.200 euro. Per la vendita di alcolici possono essere previste deroghe al divieto di somministrazione dopo la fascia oraria indicata solo da parte del sindaco e solamente un paio di volte all’anno, nello specifico nella notte del 15 agosto e del 31 dicembre. Nel caso in cui non vengano rispettate le norme scatterebbe una sanzione pecuniaria che può arrivare fino a 20mila euro, più la sospensione da 7 a 30 giorni dell'attività, in caso di recidiva- da intendersi 3 casi nel biennio.




ALTRE IMMAGINI

  • ebiten nazionale
  • formazienda
  • fidicom asvifidi