martedì 26 luglio 2016

SISTEMA IMPRESA

12-04-2013

Sistema Commercio e Impresa Roma: un pool di professionisti per le PMI

Intervista a Maurizio Calamoneri, neo presidente dell'associazione romana




Sistema Commercio e Impresa Roma nasce nel 2006 come associazione costituente la confederazione nazionale Sistema Commercio e Impresa.

Dal 2006 al 2012, Sistema Commercio e Impresa Roma è stata presieduta dall’Avv. Bellino Elio Panza.

A dicembre 2012 il passaggio di consegne: l’Avv. Maurizio Calamoneri viene nominato nuovo presidente. In un'intervista gli abbiamo chiesto di illustrarci  la mission di Sistema Commercio e Impresa Roma nel contesto socio-economico della sua città e del paese in generale.

 

Presidente, che significato ha per lei rivestire l’importante ruolo di presidente di Sistema Commercio e Impresa Roma?

 

Naturalmente, sono onorato per la fiducia accordatami e per la possibilità di svolgere questo incarico; percepisco, poi, un grandissimo entusiasmo da parte di tutti i membri del nuovo consiglio direttivo, insediatosi nel dicembre scorso, e di tutte le persone che collaborano a vario titolo con l’associazione, il che costituisce -se possibile- un ulteriore stimolo a fare del mio meglio. Fortunatamente, il mio compito è facilitato dall’ottimo lavoro svolto dal mio predecessore, Avv. Bellino Elio Panza, il quale, ricoprendo anche la carica di vice presidente confederale, ha garantito a Sistema Commercio e Impresa Roma il costante sostegno della confederazione ed ha avuto modo di proporre una serie di iniziative molto interessanti, che sarò lieto di portare avanti.

 

Che valore ha il mondo associativo nel contesto economico-sociale con particolare riferimento al territorio in cui operate?

 

Credo che il mondo associativo e tutti i servizi che esso è in grado di offrire alle imprese abbia un ruolo strategico nell’ambito della provincia di Roma così come in qualsiasi realtà territoriale italiana; d’altra parte, è ben noto che la piccola e media impresa, principale destinataria dei servizi della nostra associazione, costituisce l’ossatura stessa dell’economia italiana. Naturalmente, stiamo cercando di calibrare sempre più i nostri servizi in relazione alla specificità dell’economia romana; ad esempio, con riferimento al tema della formazione, proprio in questi giorni stiamo svolgendo un’analisi dei fabbisogni formativi delle aziende presenti sul territorio della provincia di Roma, al fine di adeguare i nostri servizi alle esigenze specifiche dei nostri associati.

 

In un mercato sempre più complesso e vittima della crisi, è cambiato il ruolo delle associazioni di categoria? Come?

 

Ritengo che le associazioni di categoria stiano assumendo un ruolo sempre crescente nel nostro paese, soprattutto in questo particolare momento storico, in cui la crisi economica ha ulteriormente aggravato l’annoso problema del distacco fra i cittadini e le istituzioni, spesso percepite come lontane ed avulse dall’attuale contesto storico e sociale. In questa fase, l’attività delle associazioni di categoria appare determinante al fine di garantire che sia il legislatore sia la pubblica amministrazione operino tenendo in debita considerazione le concrete esigenze manifestate dalle parti sociali, al fine di dare risposte quanto più efficaci possibile.

 

La sfida per il futuro è tornare a crescere, oltre la crisi: quali sono le azioni che il mondo associativo può mettere in atto?

 

Ritengo che per rilanciare l’economia e la crescita del paese sia necessario anzitutto offrire alle imprese strumenti in grado di potenziarne la competitività. Per raggiungere tale ambizioso obiettivo, la confederazione Sistema Commercio e Impresa, com’è noto, si è dotata già da tempo di strumenti preziosissimi che, naturalmente, le associazioni territoriali aderenti - come Sistema Commercio e Impresa Roma -  mettono a disposizione dei propri associati. È oggettivamente difficile segnalare in questa sede solo alcune fra le innumerevoli azioni che la confederazione pone in essere nell’interesse dei propri associati e, più in generale, del paese. Posso dire che uno degli strumenti più apprezzati ed utilizzati dai nostri associati è rappresentato sicuramente dal fondo paritetico interprofessionale per la formazione continua Formazienda, grazie al quale le imprese del nostro territorio possono vedersi finanziare progetti formativi in favore dei propri dipendenti senza sostenere alcun costo. È quasi superfluo sottolineare quanto sia importante il tema della formazione nell’ottica del rilancio della competitività delle imprese del nostro paese, le quali, per sopravvivere nel mercato globale, devono necessariamente puntare alla qualità e all’eccellenza, che possono essere raggiunte, a mio avviso, solo attraverso la formazione. Proprio pochi giorni fa, il 3 aprile scorso, Formazienda ha approvato e finanziato un progetto formativo in materia di sicurezza, che è destinato ai lavoratori dipendenti di numerose imprese della provincia di Roma, tutte nostre associate, e che si terrà presso la nostra sede. Altro strumento messo a disposizione dalla confederazione e molto richiesto dai nostri associati è il confidi denominato Fidicom-Asvifidi-Antali, l’organismo che, mediante il rilascio di garanzie collettive, agevola le nostre imprese nell'accesso ai finanziamenti destinati alle attività economiche e produttive. Non credo sia necessario che io mi soffermi sulla fondamentale importanza di questo strumento in un momento storico come quello che stiamo vivendo, in cui il sistema bancario consente l’accesso al credito con sempre crescenti difficoltà, impedendo di fatto alle nostre imprese di investire e di crescere.

 

Oltre agli strumenti messi a disposizione dalla Confederazione, quali sono i servizi che Sistema Commercio e Impresa Roma offre ai propri associati?

 

Oltre alle attività e agli strumenti che ho descritto poco fa, Sistema Commercio e Impresa Roma presta una serie di servizi ideati appositamente per i propri associati. Tutti gli iscritti, ad esempio, possono beneficiare di assistenza legale e fiscale a costi agevolati; presso la nostra sede, in particolare, abbiamo messo a disposizione delle aziende associate un pool di avvocati e commercialisti, oltre ad un centro di assistenza fiscale. Inoltre, siamo attrezzati per la conciliazione delle controversie di lavoro in materia sindacale, che può essere perfezionata direttamente presso la nostra sede.Ancora, la nostra associazione fornisce alle imprese servizi di assistenza tecnica per l’adeguamento alla disciplina vigente in materia di certificazioni di legge nei vari settori produttivi; ad esempio, un’interessante iniziativa che abbiamo proposto di recente ha ad oggetto l’assistenza finalizzata all’adeguamento alla nuova disciplina sui gas fluorurati per tutte le aziende che operano nel settore. Quanto alle convenzioni (anche commerciali) riservate ai nostri iscritti, sono davvero innumerevoli, come può immaginare, e non sarebbe possibile enumerarle tutte in questa sede.

 

Quali sono le istanze da portare a chi governerà il paese? Quali sono, a suo modo di vedere,  i problemi da affrontare prioritariamente?

 

Penso che il sostegno alle imprese e, soprattutto, alle piccole e medie imprese, che costituiscono da sempre la spina dorsale della nostra economia, sia una priorità non solo per i nostri associati ma per l’intero paese, che ha bisogno di un immediato rilancio dell’economia e, di conseguenza, del mercato del lavoro. In quest’ottica, condivido naturalmente l’importanza di temi di cui si sta parlando molto in questo periodo, quali la riduzione della pressione fiscale e la necessità che la pubblica amministrazione saldi i propri debiti nei confronti delle imprese. Ritengo, tuttavia, che tali iniziative vadano accompagnate da politiche attive di rilancio della nostra economia, che prendano spunto da temi, quali il ruolo cruciale della formazione e dell’accesso al credito, che -come ho accennato in precedenza- sono da sempre al centro dell’azione della confederazione Sistema Commercio e Impresa.

 

Nella foto l'Avv. Maurizio Calamoneri, neo presidente di Sistema Commercio e Impresa Roma

  • ebiten nazionale
  • formazienda
  • fidicom asvifidi