domenica 24 luglio 2016

SISTEMA IMPRESA

17-09-2013

Alle PMI liguri 200 mila euro

Tazza: «Una grande occasione»




La Confederazione Sistema Commercio e Impresa sostiene il settore turistico (che rappresenta circa 10% del Pil in Italia) rinforzando la competitività aziendale.

Lo fa anche attraverso il Fondo Formazienda che destina alle imprese le risorse necessarie alla formazione continua. L’integrazione di risorse e strumenti con enti pubblici non solo consente di evitare sprechi ma dà alle imprese l’opportunità di formare gratuitamente il proprio personale in maniera verticale (dall’imprenditore al lavoratore “atipico”).

Esempio recente d’integrazione pubblico-privato, e dimostrazione di sostegno alle imprese turistiche, è il nuovo accordo tra Formazienda e Regione Liguria.

Ne abbiamo parlato con il presidente confederale Berlino Tazza.

 

Come riuscite a intercettare i fabbisogni dei settori che rappresentate?

Grazie al nostro complesso sistema associativo. Le articolazioni regionali e provinciali della confederazione raccolgono, infatti, i fabbisogni degli imprenditori e le necessità dei territori. Nel caso della Liguria, regione ad alta vocazione turistica (è terza a livello nazionale per numero di alberghi e ristoranti), hanno contato soprattutto la necessità di rilanciare la competitività e la dimensione delle imprese, per la maggior parte microimprese e abbiamo ritenuto primario agire sulla formazione attraverso il Fondo Formazienda che, recepiti i fabbisogni, è intervenuto in modo puntuale. Ecco la pubblicazione dell’avviso congiunto con la Regione Liguria.

 

Par di capire che molti enti pubblici stiano recependo positivamente la formula dell’integrazione delle risorse, come dimostra questo nuovo accordo. E’ così?

E’ così. Regioni e province hanno compreso la bontà dell’integrazione delle risorse. Accompagnare le imprese in questa direzione, significa consentire all’intero sistema economico-produttivo del territorio di svilupparsi.

 

Perché è tanto determinante per la crescita l’integrazione delle risorse?

Vede, l’integrazione delle risorse consente all’azienda di acquisire competenze in maniera verticale. Con l’avviso congiunto, si formano contestualmente imprenditore e dipendenti, coadiuvanti e lavoratori atipici. Un’azienda migliora quando imprenditori e lavoratori maturano insieme, dialogando e condividendo progetti e obiettivi. La condivisione di risorse e strumenti per le imprese sta assumendo la connotazione di “buona prassi” e rappresenta, oggi, un metodo che consente all’intero sistema paese di crescere.  




ALTRE IMMAGINI

  • ebiten nazionale
  • formazienda
  • fidicom asvifidi