domenica 26 giugno 2016

SISTEMA IMPRESA

28-10-2013

Disoccupazione: 6 milioni senza lavoro. Dati del secondo trimestre 2013

Tazza: «Una piaga da sanare»




Le persone potenzialmente impiegabili nel processo produttivo sono oltre 6 milioni.

Di questi 3,07 milioni sono disoccupati in cerca di occupazione, mentre 2,99 milioni di persone sono disponibili a lavorare ma non cercano occupazione (gli “scoraggiati” sono tra questi) oppure cercano lavoro ma non sono subito disponibili.

Questi i dati che si leggono nelle tabelle Istat sul II trimestre 2013.

Trovare un lavoro resta una chimera soprattutto al Sud Italia e tra i giovani: su 3.075.000 disoccupati segnati nel secondo trimestre 2013 quasi la metà sono al Sud (1.458.000) mentre oltre la metà sono giovani (1.538.000 tra i 15 e i 34 anni, 935.000 se si considera la fascia 25-34 anni).

Se si guarda alle forze lavoro potenziali il Sud fa la parte del leone con 1.888.000 persone sui 2.998.000 inattivi potenzialmente occupabili.

Se si guarda alla fascia dei più giovani sono potenzialmente occupabili nel complesso (ma inattivi) 538.000 persone tra i 15 e i 24 anni e 720.000 tra i 25 e i 34 anni con una grandissima prevalenza di coloro che non cercano pur essendo disponibili a lavorare.

 

 

«I dati Istat sono drammatici e testimoniano come uno dei più gravi problemi del Paese rimane l’occupazione» ha spiegato Berlino Tazza, presidente di Sistema Commercio e Impresa –Asvicom Cremona.

«Importanti quindi i provvedimenti di recente inseriti nella Legge di stabilità a cui è urgente dare maggior vigore. Fondamentale il taglio del cuneo fiscale, a cui il Governo sta lavorando alla ricerca di ulteriori risorse. L’intervento massiccio sul cuneo è necessario sia perché consente maggiori detrazione per i lavoratori - che tradotto significa dare ai dipendenti più soldi in busta paga e maggior poter d’acquisto – sia perché consente maggiori detrazioni per le imprese – che quindi avrebbero maggiori possibilità di assumere nuovo personale dipendente. Questa credo sia la grande sfida della legge di stabilità, una delle azioni in grado, davvero, di fare da volano».

 

Foto di repertorio: fonte Ansa

  • ebiten nazionale
  • formazienda
  • fidicom asvifidi