venerdì 01 luglio 2016

SISTEMA IMPRESA

27-11-2013

Legge di stabilità. Sì del Senato. Ora l’esame della Camera.

Tazza: «Adesso ulteriore taglio del cuneo con le risorse di spending review e lotta all'evasione»




L'aula del Senato ha votato la fiducia al governo sul maxiemendamento sostitutivo della legge di stabilità: 171 i sì, 135 i no e nessun astenuto. Ha inoltre approvato la nota di variazione del bilancio e il ddl di bilancio, dando così disco verde al complesso della manovra che passa ora alla Camera. La nota è stata approvata con 205 sì e 69 no e il ddl di bilancio con 162 sì e 115.

 

Le principali novità del maxi emendamento nel documento allegato.

 

«Le misure introdotte e approvate nel maxiemendamento non appaiono sufficienti a ridurre il malessere di famiglie ed imprese che si attendevano una concreta boccata d’ossigeno poiché risultano sempre più stremate dalla crisi economica» ha commentato il presidente Tazza.

«C’è bisogno di ridare fiducia la Paese, con vigore, riducendo tasse e la spesa pubblica, come più volte ribadito.

Resta la speranza che la Camera approvi l’emendamento secondo il quale le risorse reperite attraverso la spending review e la lotta all’evasione convergano in un fondo da destinare all’ulteriore taglio del cuneo fiscale».





ALTRE IMMAGINI

  • ebiten nazionale
  • formazienda
  • fidicom asvifidi