martedì 31 maggio 2016

SISTEMA IMPRESA

16-12-2013

Pos. Dal 1 gennaio 2014 obbligatorio per commercianti e professionisti

Tazza: « Capita in un momento poco favorevole per tutti ma era inevitabile»




A partire dal 1 gennaio 2014 tutti i soggetti esercenti l’attività di vendita di prodotti e di prestazioni di servizi, anche professionali, saranno obbligati ad accettare pagamenti tramite carte di credito e bancomat.

L'obbligo è previsto dal decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179 (vedi link) 

Tuttavia, il vincolo scatterà solo in caso di emanazione dell’apposito decreto attuativo, che al momento non è ancora stato diffuso dal Ministero dello Sviluppo economico e dal Ministero dell’Economia e delle Finanze.

 

 

La novità interessa principalmente i piccoli commercianti, professionisti, commercialisti e avvocati ma anche le pubbliche amministrazioni.

La finalità è quella di estendere l'accettazione di pagamenti tramite bancomat anche a chi eroga servizi pubblici nei rapporti con gli utenti.

L’obiettivo è quello di dare un ulteriore spinta alla diffusione dell’utilizzo degli strumenti elettronici di pagamento, come metodo per il contrasto all’uso del denaro contante, e di conseguenza all’evasione fiscale.

Inevitabilmente ciò comporterà costi aggiuntivi  per gli operatori che si troveranno di fronte questo nuovo obbligo.

 

 

Tazza: «Ci rendiamo conto che questo obbligo viene letto come un ulteriore aggravio per le imprese del commercio che stanno attraversando un lungo ed estenuante periodo di difficoltà, tuttavia Sistema Commercio e Impresa si sente di leggere positivamente il provvedimento. In un momento in cui spesso accade che le micro imprese vengano colpite da episodi di microcriminalità – come confermano i fatti di cronaca, purtroppo, sempre più diffusi – il rischio di rimanere vittime potrebbe diminuire con la diffusione di apparecchi elettronici.  La circolazione di denaro contante ridotta al minimo porterebbe, indubbiamente, vantaggi anche in termini di sicurezza».

  • ebiten nazionale
  • formazienda
  • fidicom asvifidi