domenica 26 giugno 2016

SISTEMA IMPRESA

31-03-2014

Il reddito sale, gli italiani risparmiano

Italiani risparmiatori e tecnologici




 

Dall’ultima edizione dell’Osservatorio Prometeia sui risparmi delle famiglie emerge un dato interessante. Con la crisi, infatti, gli italiani tornano a risparmiare: la propensione al risparmio già quest’anno è salita di un punto riportandoci sulla media Ue. Dal 2008 fino alla fine del 2013 la popolazione italiana ha perso il 10% del reddito disponibile, ma nel 2014 ci sarà uno stop al calo del reddito che nel 2015 si trasformerà in crescita. Rispetto al passato, il ritratto dei risparmiatori assume caratteristiche sicuramente più innovative attraverso la finanza online: ad affiorare è la vocazione sempre più spiccata alle nuove forme di gestione on line.

 

I dati dell’Osservatorio Prometeia

 

Secondo i dati riportati dall’Osservatorio, il 2013 è stato un anno caratterizzato da un’elevata fragilità, ma con segnali di lenta uscita dalla fase più profonda della crisi. Il nostro Paese ha visto una flessione importante dell’attività economica e una fragilità dei consumi, mentre il quadro finanziario è migliorato in maniera significativa, con rendimenti positivi sui mercati azionari. In questo contesto la propensione al risparmio delle famiglie italiane è aumentata di quasi 1 punto percentuale nel 2013, avvicinandosi nuovamente ai livelli medi dell’area euro, passando dall’11,8% (del reddito medio disponibile) del 2012 al 12,8% del 2013: una percentuale vicina alla media Ue 2013 che era del 13%, inferiore rispetto a Francia (15,2%) e Germania (16,2%).

  • ebiten nazionale
  • formazienda
  • fidicom asvifidi