sabato 28 maggio 2016

SISTEMA IMPRESA

02-04-2014

Disoccupazione al 13%, mille posti di lavoro in fumo ogni giorno

Istat, 3,3 milioni di disoccupati




Una situazione senza precedenti,  mai registrata prima. Questi gli allarmanti dati Istat relativi al mese di febbraio, che parlano di disoccupazione al 13%, tasso che nello stesso mese del 2013 era al 11,8%. Si tratta del maggiore incremento (+1,2%) tra i Paesi della zona euro, a eccezione di Cipro e Grecia. La perdita è di circa 1000 posti al giorno, il numero di disoccupati raggiunge quota 3,3 milioni, mentre i giovani senza occupazione salgono al 42,3 %. Nella fascia di età 15-24 anni, quelli che lavorano sono un milione, in calo dell’1,4% su gennaio.

 

I numeri

La diminuzione registrata dell’Istat è stata dello 0,2%, rispetto al mese precedente. La riduzione ha interessato esclusivamente gli uomini, in un mese sono stati cancellati nel 65mila posti. La componente femminile, ha invece fatto registrare, rispetto al mese precedente, 26mila posti in più. I primi segnali di inversione di tendenza del mercato del lavoro ci saranno, probabilmente, per l’autunno, a detta di esperti ed economisti. Soltanto, però, se il tasso di crescita del nostro paese si attesterà su valori dell’1-1,5% su base annua e ci sia un miglioramento generalizzato delle aspettative.

Gli inattivi

Sono i disoccupati che hanno smesso di cercare lavoro ma che non vengono conteggiati tra i senza lavoro e vengono inseriti in una categoria a parte, detta appunto di inattivi. Il numero di individui inattivi tra i 15 e 64 anni risulta stabile a febbraio sia rispetto al mese precedente sia rispetto a dodici mesi prima. Il tasso di inattività è pari al 36,4%. 

  • ebiten nazionale
  • formazienda
  • fidicom asvifidi