sabato 27 agosto 2016

SISTEMA IMPRESA

04-04-2014

Lavoro e DURC : novità per il sistema di gestione del “DURC Interno”

Relazione del Tavolo di confronto con consulenti




L'Inps, con il Messaggio n. 2889/2014, annuncia la partenza del sistema di gestione del “DURC internoper l’individuazione e la contestazione delle situazioni di irregolarità incompatibili con i benefici normativi e contributivi previsti dalla normativa in materia di lavoro e legislazione sociale (art. 1, comma 1175, della Legge 27 dicembre 2006, n. 296).

Il nuovo sistema è in vigore a partire dal 1° aprile e permetterà all'INPS di rilevare con cadenza mensile eventuali situazioni di irregolarità incompatibili con i benefici concessi.

 

 

COS’E’ IL DURC

Il DURC interno è stato introdotto dalla Legge Finanziaria 2007 ed impone l’obbligo dell’attestazione della regolarità contributiva anche per la fruizione dei benefici normativi e contributivi connessi al versamento della contribuzione per i lavoratori dipendenti.

 



COME FUNZIONA

Il DURC “interno” consiste in un sistema di segnalazione per “semafori” all’interno del “Cassetto previdenziale aziende”. Il colore verde indica una situazione compatibile con il godimento dei benefici; il colore rosso invece incompatibile.

 

 

COSA CAMBIA

Sarà l’INPS, in qualità di ente tenuto a riconoscere i benefici di legge subordinati alla regolarità contributiva, a richiedere il DURC e non più il datore di lavoro attraverso la denuncia relativa al mese in cui sono richieste le agevolazioni.

Ogni mese le procedure verificheranno la presenza di eventuali situazioni di irregolarità che possano inficiare la fruizione dei benefici contributivi che possono essere fruiti solo se il datore di lavoro è in regola.

I datori di lavoro, quindi,  potranno controllare direttamente online, nel cassetto previdenziale, la propria situazione: semaforo verde nel caso in cui il DURC risulti privo di irregolarità; in caso di situazioni di irregolarità verrà attivata una segnalazione di “allarme temporaneo”, un semaforo giallo, e verrà inviata al datore di lavoro tramite PEC una comunicazione con l’indicazione delle irregolarità riscontrate e l’invito a regolarizzarle entro 15 giorni; in assenza di regolarizzazione, verrà attivato il semaforo rosso, DURC irregolare, e per il mese in relazione al quale è attivato, il datore di lavoro non potrà godere dei benefici. L'esclusione riguarda solo il mese per cui è generato il semaforo rosso, poiché per il mese successivo i sistemi informativi centrali innescano nuovamente la richiesta di DURC interno e la sequenza delle operazioni descritte.

 



In allegato Relazione e Quesiti circa il Tavolo di confronto con consulenti del lavoro, svoltosi in data 21.03.2014. 




ALTRE IMMAGINI

  • ebiten nazionale
  • formazienda
  • fidicom asvifidi