sabato 27 agosto 2016

SISTEMA IMPRESA

30-05-2014

In Italia il 50% delle imprese assume

Pubblicato il Rapporto Istat 2014




I dati del Rapporto Istat 2014, giunto alla 22° edizione, parlano chiaro.


Oltre a fotografare un'Italia fuori dalla crisi, ma con una ripresa ferma allo 0,6%, sviluppa una riflessione documentata sulle trasformazioni che interessano economia e società italiana, integrando le informazioni prodotte dall'Istat e dal Sistema statistico nazionale.


Quest'anno, oltre a illustrare gli effetti economici e sociali della crisi, il Rapporto guarda alle potenzialità del Paese e mette a fuoco le sfide più rilevanti che l'attendono ( il rapporto completo in allegato).
L'analisi delle condizioni della finanza pubblica e dell'impatto redistributivo del bilancio pubblico offre, infine, alcuni scenari utili per la definizione di politiche a sostegno della ripresa.


Un dato interessante riguarda la domanda di lavoro e si focalizza sul sistema produttivo italiano.
Da un'indagine ad hoc sulla domanda di lavoro risulta che più di metà delle imprese ha assunto "under 30". Nel comparto dei servizi ha assunto giovani il 63% delle piccole imprese, il 77% delle medie e il 51,7% delle grandi.

 
Tra gli interventi in grado di portare, nell'attuale contesto congiunturale, a un aumento del numero di occupati oltre il 71% delle imprese manifutturiere e oltre il 76% di quelle dei servizi segnalano innanzitutto una riduzione del cuneo fiscale a carico del datore di lavoro.
A seguire gli imprenditori sondati dall'Istat citano, come fattori in grado di generare maggiore occupazione, la riduzione del cuneo fiscale a carico del datore di lavoro, quindi la riduzione degli oneri burocratico-amministrativi (60,5% nella manifattura e oltre il 66% nei servizi) e la riduzione di vincoli al licenziamento e maggiori incentivi all'assunzione. 


 

Un altro fattore importante sottolineato dal rapporto Istat riguarda l'attività internazionale delle imprese come fattore di crescita e sottolinea che circa il 71 % degli operatori all'export opera in più di 5 paesi, ma quasi due terzi del valore dei beni esportati (64%) si deve al 21 % di imprese presenti in oltre 25 paesi.

 

  • ebiten nazionale
  • formazienda
  • fidicom asvifidi