venerdì 27 maggio 2016

SISTEMA IMPRESA

01-08-2014

Istat, la disoccupazione scende di 0,3 punti rispetto a maggio

Resta allarmante il dato della disoccupazione giovanile in crescita dello 0,6 %




Arrivano lievi segnali di speranza. Secondo l’Istat, infatti, il tasso di disoccupazione a giugno è sceso al 12,3%, in calo di 0,3 punti su maggio.

 

Per quanto riguarda gli occupati, a giugno 2014 erano 22 milioni 398 mila, in aumento dello 0,2% rispetto al mese precedente (+50 mila) e sostanzialmente invariati su base annua. Il tasso di occupazione quindi, pari al 55,7%, cresce di 0,2 punti percentuali in termini congiunturali e di 0,1 punti rispetto a dodici mesi prima. Il numero di disoccupati invece, pari a 3 milioni 153 mila, diminuisce del 2,4% rispetto al mese precedente (-78 mila), mentre aumenta dello 0,8% su base annua (+26 mila). A giugno, su base mensile, l’occupazione è aumentata sia tra gli uomini (+0,1%) sia tra le donne (+0,4%). Il tasso di occupazione maschile, pari al 64,9%, sale di 0,1 punti percentuali rispetto al mese precedente e di 0,2 punti su base annua. Quello femminile, pari al 46,5%, aumenta di 0,2 punti percentuali in termini congiunturali mentre rimane invariato in termini tendenziali.

 

Dati positivi, che però, sempre secondo quanto comunicato dall’Istituto nazionale di Statistica, si vanno a scontrare con i dati sulla disoccupazione giovanile. Nel dettaglio, i disoccupati tra i 15-24enni sono in totale 701 mila. L’incidenza dei disoccupati di 15-24 anni sulla popolazione in questa fascia di età è pari all’11,7%mentre il tasso di disoccupazione dei 15-24enni, ovvero la quota dei disoccupati sul totale di quelli occupati o in cerca, è pari al 43,7%, in crescita di 0,6 punti percentuali rispetto al mese precedente e di 4,3 punti nel confronto tendenziale.

 

  • ebiten nazionale
  • formazienda
  • fidicom asvifidi