sabato 30 luglio 2016

SISTEMA IMPRESA

01-12-2014

Disoccupazione record

Un mercato del lavoro fragile e instabile




Secondo i dati Istat la disoccupazione nel mese di ottobre è salita al 13,2%, un aumento di 0,3 punti percentuali sul mese precedente. A ottobre gli occupati sono 22 milioni 374 mila, in diminuzione dello 0,2% rispetto al mese precedente (-55 mila) e sostanzialmente stabili su base annua.

È il dato peggiore da gennaio 2004.

 

 

Cresce anche la disoccupazione giovanile (giovani tra i 25 e i 24 anni): 43,3%, +0,6% rispetto a settembre e di 1,9 punti su base annuale. Sempre tra i giovani peggiora anche il quadro degli inattivi, 4 milioni 338 mila, in aumento dello 0,3% nel confronto congiunturale (+11 mila) e in diminuzione dell'1,2% su base annua (-53 mila). Il tasso di inattività dei giovani tra 15 e 24 anni, pari al 72,6%, aumenta di 0,2 punti percentuali nell'ultimo mese mentre cala di 0,4 punti nei dodici mesi. 

 

 

L'andamento del mercato del lavoro presenta elementi tra loro contraddittori.

Il terzo trimestre che aveva mostrato timidi segnali di miglioramento, urta con i dati di  ottobre che segnalano un nuovo arretramento nel numero di persone occupate, oltre che un innalzamento del tasso di disoccupazione.

 

 

Numeri che mostrano la fragilità estrema della situazione generale e del mercato del lavoro in particolare, mercato che non riesce evidentemente a stabilizzare un dato positivo. 

  • ebiten nazionale
  • formazienda
  • fidicom asvifidi