lunedì 27 giugno 2016

SISTEMA IMPRESA

15-01-2015

Napolitano non è più Presidente della Repubblica

L’auspicio di Tazza e della Confederazione




Giorgio Napolitano non è più presidente della Repubblica. Dopo nove anni.

Il presidente del Senato Pietro Grasso è capo dello Stato supplente. Lo sarà fino al 29 gennaio 2015 quando, alle 15.00  i grandi elettori, saranno convocati a Montecitorio a eleggere il suo successore.  

Napolitano, da senatore a vita, potrà concorrere da oggi a votare le riforme e potrà anche partecipare al voto per l' elezione del suo successore.

 

 

 

Il commento del Presidente di Sistema Commercio e Impresa, Berlino Tazza:

«La confederazione riconosce al Presidente Giorgio Napolitano la sobrietà con cui ha saputo gestire una situazione politica complessa in questi anni difficili, teatro di una crisi senza precedenti.

L’auspicio della confederazione è quello che il suo successore possa avere ampio consenso così da rappresentare l’italianità nel mondo. Il Paese sente la necessità di avere un faro, una guida che possa solcare il cammino dell’Italia verso una realistica e possibile prospettiva di crescita. I parlamentari si impegnino in un atto di alta responsabilità nell’individuare il nome della persona che, oltre a farsi garante della legge, delle istituzioni e della Costituzione, dovrà risvegliare  il senso di appartenenza ad uno Stato unito e democratico».

  • ebiten nazionale
  • formazienda
  • fidicom asvifidi