domenica 31 luglio 2016

SISTEMA IMPRESA

20-07-2015

La formazione, tra esigenza e opportunità

Intervista a Berlino Tazza, presidente di Sistema Commercio e Impresa




Stiamo vivendo cambiamenti senza precedenti nella società e nel mercato del lavoro. Obiettivi, capacità e conoscenze di oggi rischiano di non essere più adatti domani. La formazione continua assolve questa necessità. Ne abbiamo parlato con Berlino Tazza presidente di Sistema Commercio e Impresa.

 

 

Presidente, le competenze richieste dal mercato del lavoro cambiano con rapidità. È davvero tutto così dinamico oggi?

Certamente. La competitività, la globalizzazione, l’avvento della società dell’informazione hanno inevitabilmente condotto a dei cambiamenti anche nel mercato del lavoro. Le aziende che sopravvivono ed evolvono solo soprattutto quelle ad alto know how e quindi diventa essenziale che dispongano di nuove competenze, abilità che devono acquisire le risorse umane quali la flessibilità, l’alta specializzazione, l’ampio background e la generale capacità comunicativa.  Questi cambiamenti richiedono nuove forma mentis e nuovi processi formativi. Ecco che la formazione continua rappresenta la chiave di volta in questo senso.

 

 

È dunque la formazione una delle necessità manifestate dalle vostre imprese per essere competitive?

Direi di si, la crescita del Fondo ne è la prova. Le imprese ci chiedono assistenza sotto diversi aspetti ma l’ambito del credito, dell’internazionalizzazione, dell’innovazione inevitabilmente passano dalla formazione. Il lifelong learning è al contempo una necessità e un’opportunità per imprese e lavoratori.

 

 

Che peso hanno i fondi interprofessionali sul sistema paese?

I fondi interprofessionali rappresentano lo strumento ideale per le imprese italiane che vogliono investire in competitività e professionalità, a costo zero. Complessivamente, dal 2004 al 2013, sono oltre 2 miliardi di euro le risorse messe a bando ed utilizzate dalle imprese aderenti per formare i dipendenti. Numeri destinati a crescere dal momento che, lo testimonia il XV Rapporto Isfol sulla formazione continua, il sistema dei fondi ha avuto un incremento dell’8% rispetto al 2013 e si è manifestata una progressiva crescita del sistema formativo italiano, in generale, a supporto dell’intero tessuto economico. Quello dei fondi è dunque un meccanismo che ha prodotto buoni frutti e che dimostra come le imprese in Italia possano crescere ancor più grazie agli interventi formativi.

 

 

 

 

  • ebiten nazionale
  • formazienda
  • fidicom asvifidi